L’IDEA

La bicicletta è un mezzo accessibile a chiunque, indipendentemente da razza, cultura, religione o dal ceto di appartenenza, strumento per la riscoperta interiore del mondo che ci circonda. In particolare, ciclismo svolto ai massimi livelli rappresenta l’unione tra velocità, destrezza, forza fisica, combattività e tenacia. Ma il ciclismo non è solo forza: è anche spettacolo e occasione di aggregazione sociale.

L’ADRIATICA IONICA RACE vuole essere un ponte tra est-ovest, tra passato e futuro, tra ambiente-uomo. Vuole riscoprire e promuovere i territori iniziando dal nord est passando attraverso i Paesi bagnati dal mare Adriatico e dallo Ionio esplorandoli in chiave agonistica e turistica. Vuole portarci in viaggio con le due ruote attraversando le strade appartenenti alla storia degli abitanti di questi luoghi e alle grandi civiltà che vi hanno abitato in passato.

Oggi, come non mai, è importante porre l’accento sulla conoscenza e il dialogo, specie tra i popoli dei territori che si affacciano sul Mediterraneo. Sport e cultura sono elementi che contribuiscono fortemente alla consapevolezza, rafforzando la coesione sociale e le capacità di accoglienza.

Tutte le nostre azioni e tutto il nostro programma poggiano su questi elementi di sensibilità condivisa che vorremmo trasmettere a ogni partecipante.