AIRace guarda al 2021: appuntamento dal 14 al 18 giugno

Set 29, 2020


La ASD Sportunion, la società organizzatrice di Adriatica Ionica Race, è già al lavoro per l’edizione 2021. Il Presidente del comitato organizzatore Moreno Argentin: “Presto le prime novità: sarà una corsa unica nel suo genere”

La Adriatica Ionica Race, la corsa a tappe ideata dall’ex Campione del Mondo Moreno Argentin, corre veloce verso l’edizione 2021, quella della ripartenza dell’evento, dopo lo stop forzato del 2020 causato dall’emergenza epidemiologica.

Un primo importante traguardo è stato centrato venerdì 25 settembre, in occasione della pubblicazione dei calendari UCI 2021. AIRace si terrà dal 14 al 18 giugno 2021, ad una settimana dalla partenza del Tour de France.

Sulla scia dei numerosi apprezzamenti ricevuti nelle prime due edizioni (2018 e 2019), la Adriatica Ionica Race si articolerà anche nel 2021 in cinque giornate di gara, facendo leva sulla varietà di temi tecnici proposti dagli organizzatori della ASD Sportunion. Dal mare alle Dolomiti venete, dallo sterrato ai muri in stile fiammingo.

La manifestazione di Argentin si propone di esaltare la promozione turistica e la valorizzazione del patrimonio storico delle regioni attraversate, cementando i rapporti di collaborazione transfrontaliera dell’Euroregione Adriatico Ionica.

Stiamo lavorando con grandi motivazioni all’edizione 2021 – ha detto Moreno Argentin. – Presto saranno svelate le prime novità, ma una cosa è certa: sarà una corsa unica nel suo genere. Un banco di prova severo e veritiero a una settimana dall’evento ‘clou’ della stagione ciclistica, il Tour de France”.

Non è un caso che la Adriatica Ionica Race abbia già lanciato nelle prime due edizioni numerosi giovani dal futuro luminoso: dal campioncino belga Remco Evenepoel ai colombiani Alvaro Hodeg e Ivan Ramiro Sosa, all’ultimo vincitore, l’ucraino Mark Padun.